Posted on

HOSTARIA LA CANTINETTA — via da Camino Guglielmo — Sforzesca Nelle immediate vicinanze di Vigevano, su di un alto terrazzo naturale che sovrasta la valle del Ticino, sorge la Sforzesca, residenza di caccia ed azienda agricola voluta da Ludovico il Moro nel 1486. Ed è qui che si trova il ristorante «Hostaria la Cantinetta» (per gli affezionati solo «la cantinetta»). Posso considerarmi di casa, oramai sono tre anni, che puntualmente una volta al mese, le mie fauci vengono sfamate dai due gentilissimi proprietari, dite pure che vi manda l’oleandra. L’ambiente è abbastanza raffinato, ma potete anche presentarvi in pantaloni corti e infradito e state pure tranquilli che nessuno vi caccerà. Il menù, , varia in base alle stagioni, ad ottobre potete trovare un fantastico risotto ai tartufi o provare in primavera i tagliolini gorgonzola e fragole, da leccarsi i baffi! Anche i secondi piatti, tutti di carne, seguono un po’ le stagioni. Consiglio vivamente tagliata di struzzo o di manzo con erbette (questi sempre presenti!) …se non siete ancora sazi potete concedervi un pecorino pepe e miele o provare il gorgonzola accompagnato da un buon bicchiere di moscato, si scioglie in bocca! Carta dei vini di tutto rispetto, se non l’avete mai bevuto l’oleandra vi consiglia Pinot nero Ca’ di Frara 13.5%, un po’ costoso 16 euri, ma le vostre papille vi ringrazieranno! E’ un posto intimo, 35 coperti in una sala non più di 15 nell’altra, è consigliato per cene a due massimo sei persone, insomma, per intenderci non è il posto dove andare ad ubriacarsi e fare casino, ma per passare una piacevole serata mangiando e bevendo bene, magari il tutto accompagnato da una buona conversazione (e vi dirò l’ambiente stimola molto in questo senso) Caffè e amaro, oppure una grappa (ce ne sono per tutti i gusti) li potete bere al tavolo, o al bancone, mentre pagate il conto (25/30euro) scambiando due parole su musica, poltica o quant’altro con il proprietario. Buon appetito!